Il Clandestino

Il Clandestino: Antico Sigaro Nostrano Del Brenta 1763: un ottimo sigaro dall'importante significato storico che porta nel nome
Il Clandestino

Il Clandestino della Nostrano Del Brenta è il sigaro tra i più prestigiosi offerti dal Consorzio Tabacchicoltori Monte Grappa.

  1. Incipit
  2. Il sigaro
  3. La fumata
  4. Valutazione
  5. Il mio voto

Il Clandestino: incipit

Il Clandestino Nostrano Del Brenta è un sigaro imponente, un troncoconico di generose dimensioni, si comprende subito che non è un sigaro come lo possono essere tanti altri.

Perché quando un prodotto risulta così marcato, deve necessariamente offrire qualcosa in più del buono; almeno ottimo.

Un sigaro che sicuramente, anche a prima vista, offre un'esperienza di fumata non comune.

Il sigaro

Il Clandestino misura 104 mm di lunghezza e 22 mm di diametro al piede, quindi una misura importante, che merita la giusta attenzione quando si accende il sigaro.

Il tabacco è tutto Nostrano Del Brenta: fascia, sottofascia e ripieno.

Tabacchi invecchiati almeno 5 anni, poi, quando il sigaro è rollato, viene lasciato stagionare un altro anno.

Già da questo, si comprende la caratura di questo sigaro, anche in questo caso, ovviamente fatto a mano, come tutti gli altri prodotti NdB.

A crudo

Il Clandestino Nostrano Del Brenta, a crudo è parecchio garbato nel profumo: ricorda sentore erbaceo, floreale, e anche miele.

È un piacere sentire il profumo di questo sigaro, in uno dei momenti più belli dell'esperienza della fumata: ovvero, quanto la precede.

Il ripieno è ben curato, consistente, non ci sono vuoti, al tatto è un classico dei sigari NdB: lievi venature, ma setoso, morbido, data la qualità del tabacco Avanone.

L'accensione

Come tutti i bracieri così imponenti (Nerone, Spigarda, troncoconici di simile dimensione), l'accensione richiede giustamente tempo.

Una decina circa di secondi la fiamma scalda il braciere, poi per altrettanti secondi è bene lasciar riposare il sigaro.

Sigari dal braciere così importante, non è raro che richiedano un paio di minuti, anche qualcosa in più, per eseguire una buona accensione, dalla quale dipende il buon inizio della fumata.

Particolare attenzione va dedicata anche alla corretta accensione del bordo, oltre che della parte centrale, per fare in modo che sia il più omogenea possibile.

Un sigaro dalle dimensioni generose quanto nella fumata
Dimensioni generose anche in fumata

La fumata

Sin dalle prime boccate, gli aromi percepiti a crudo, si evolvono nella fumata; sentori di erbe, fiori, camomilla, miele, in un'evoluzione davvero garbata, che procede in modo lento.

La forza è leggera, poco meno di media, sui primi 2/3 del sigaro, per poi diventare media, con una maggiore esplosione aromatica.

Una fumata che non lascia davvero delusi, tutt'altro, come del resto è ovvio aspettarsi da uno dei pezzi da 90 della manifattura Nostrano Del Brenta.

Non si tratta di un sigaro complesso, o impegnativo, ma si lascia degustare nel migliore dei modi, molto gradevole anche il retronasale, che si fa apprezzare in modo davvero piacevole.

Sono un estimatore dei sigari NdB, ed Il Clandestino, al Ducale sono fumate che apprezzo sempre in modo particolare.

Valutazione

Il cofanetto (un humidor) che contiene 20 sigari, costa 170,00 €, quindi 8,50 a pezzo.

Mentre il sigaro comprato singolo costa 6,80 €, dato che la spesa del cofanetto viene evitata.

Dato che l'humidor ce l'ho, compro sempre Il Clandestino nelle confezioni singole.

Una fumata davvero buona, sempre sorprendente ed esaltante anche dopo lunghi periodi in cui sono stato senza.

Il mio voto

4,7 su 5

Scala di valutazione

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.