Fumo lento: il viaggio emotivo

Il mio viaggio nel mondo del fumo lento: io e il sigaro
Io e il sigaro

Un buon sigaro mi rinfranca lo spirito

  1. Sigari
  2. Accessori per sigari
  3. Articoli aggiornati
  4. Il mio viaggio emotivo
  5. Perché
  6. La poesia di un sigaro
  7. La data
  8. Quando ho cominciato
  9. Un incidente di percorso
  10. Il mio primo sigaro

Fumo lento: diario di bordo di un fumatore di sigari

Diario di bordo di un fumatore di sigari nel viaggio del fumo lento: aspirare, gustare, sbuffare, godermi il momento e pensarci sopra.

Perché un diario di bordo nel viaggio del fumo lento

Perché ogni sigaro è un'esperienza, e di ogni sigaro diverso che fumo mi piace scriverne le impressioni di fumata.

La poesia del sigaro

Il Sigaro è Poesia; per me, è anche questo.
Non è mai banale, è sempre qualcosa di profondo, che ti scava nell'anima, come una persona che ha la tua fiducia, a cui puoi raccontare tutto.
Ad iniziare da quando lo accendi.

Fumo lento: la data di inizio…

Qualche tempo fa, ho letto, e non ricordo dove e chi lo scrisse, ma sto indagando, che un uomo ricorda solo due date nella sua vita: il suo primo amore, e il primo sigaro fumato.

Trovato: "There are two things a man never forgets – his first love and his first cigar – John Bain"

Si tratta di una di quelle frasi dette da personaggi più conosciuti di altri, che ovviamente vanno lette con la giusta ironia, non sono dogmi.

Tuttavia spesso sono frasi con buoni concetti, che fanno riflettere.
Io queste due date le ricordo entrambe e me le porto sempre appresso nella mia memoria.

Quando e perché ho iniziato a fumare il sigaro

Ho iniziato a fumare il sigaro il 15 giugno del 2018, dieci anni dopo avere definitivamente smesso con le sigarette che ho fumato per circa 28 anni (Marlboro e Camel senza filtro).

Quando, dopo diversi tentativi, sono finalmente riuscito a smettere di fumare le sigarette, sono stato molto contento, perché era diventata una cosa quasi compulsiva il voler fumare.

Per dieci anni mi sono schiarito le idee, oltre i polmoni, e lo scorso anno, dopo un periodo di vicissitudini varie, avevo proprio voglia di farmi un regalo.

Magari assaporare il gusto del tabacco dopo un lauto pranzo, o una buona cena, ovviamente dopo il caffè; una buona fumata, mai più di sigaretta però.

Un incidente di percorso

Poche settimane fa, in pieno lockdown per via dell'ormai presente Covid-19, ero rimasto senza sigari.
Una sera, dopo una buona cena, in buona compagnia, di quelle cene che nella loro semplicità ti donano una grande soddisfazione, desideravo proprio fare almeno 2 boccate, se non una fumata.

Così ho rimediato una sigaretta dal vicino di casa, ho tagliato il filtro, e l'ho fumata a mo' di sigaro.

Dal momento che non avevo altro, tanto meno di meglio, le due boccate ci sono state, mi sono quasi sorpreso in quanto pensavo peggio.

Per diverse ore dopo, ho avuto al palato il fastidioso sapore di nicotina, forte, classico della sigaretta.

Da lì ho compreso una volta in pi` che, anche un sigaro modesto, umile, ha il suo perché: è un altro mondo.

Il mio primo sigaro in assoluto fu tanti anni fa

Il primo sigaro che ho provato, avevo 22 anni, ed è stato il sigaro più buono in assoluto che io abbia mai fumato, perché legato ad un preciso momento storico della mia vita, di più, ad un preciso frangente.

Un sigaro che mi era stato regalato in Spagna qualche mese prima, un parejo, di lunghezza discreta e dal cepo piuttosto generoso.

Non ho mai saputo di che marca fosse, non ricordo nemmeno se fosse presente l'anilla e se, semmai l'abbia letta, non l'ho mai memorizzata.

Sebbene abbia iniziato a fumare il sigaro regolarmente solo molti anni dopo, quella fumata non l'ho mai dimenticata. -:)

Resta in contatto -:)

Articoli aggiornati

Sigari

Accessori per sigari

Se ti interessa, puoi dare un'occhiata agli accessori per sigari su eBay.it e Amazon.it, oppure sulla mia pagina di interest.


 

Vuoi cercare un articolo?